Da Vicino Nessuno è Normale 
L'Emancipazione dei Soggetti Dimenticati

Path by Angelo Palella
Path by Angelo Palella

Introduzione al Tema Trattato

  Bruno Caruso, I veri pazzi sono fuori (1958)
Bruno Caruso, I veri pazzi sono fuori (1958)

Nel corso della storia c'è sempre stata riluttanza nell'accettare la diversità: minorati mentali, fisici o emarginati sociali. Questo perché da sempre esiste un ideale di società che si vuole rispecchiare a tutti i costi nella perfezione, pur nascondendo e ignorando i vari "difetti" caratteristici. Tutto ciò però si traduce in una "falsa perfezione", il cui peso non viene percepito da molti perchè grava interamente sulle spalle di coloro che sono emarginati.

Al giorno d'oggi, l'invisibilità sociale per chi ha difficoltà si sta lentamente sgretolando mettendo in luce le potenzialità che queste persone hanno. Se questo vale per i disabili fisici, lo stesso non si può dire per chi soffre di malattie mentali. Purtroppo, nonostante la nostra società sia moderna ed evoluta, ancora spesso non ci sono nè le strutture nè il personale adatto a prendersene cura in modo appropriato.

Un esempio di ciò lo possiamo ritrovare nella vicenda accaduta a Torino in cui Andrea Soldi ha perso la vita dopo l'azione dei vigili e di un operatore che dovevano portarlo all'Ospedale Maria Vittoria per un "semplice" TSO.

La scelta di dedicare il sito al tema degli "Invalidi Mentali" nasce proprio dall'esigenza di accendere un riflettore per mettere in luce questo argomento e sensibilizzare l'opinione pubblica affinchè ci sia una presa di coscienza che porti all'integrazione e all'Emancipazione di questi Soggetti Dimenticati.

Lo slogan "Visto da Vicino Nessuno è Normale"  sottolinea il fatto che tutti gli esseri umani sono diversi,  unici, ma uguali nei diritti  a prescindere dalle qualità fisiche e mentali; non a caso migliaia di anni di storia ci hanno insegnato che la vera forza di una specie sta nella diversità. 

a cura di Angelo Palella